PREFAZIONE
Il suddetto regolamento Nazionale ( BASTONE SICILIANO ) è stato redatto dal M° Orazio Barbagallo.

Le varianti,al regolamento Nazionale riguardano il regolamento regionale, a tale merito saranno valutati e resi operanti
regioni per regioni, in riferimento alle necessità ambientali o tecniche.

NORME GENERALI

QUADRATO DI GARA
Il quadrato di gara deve essere di metri 8 X 8 diviso in quattro.

TEMPO COMPETIZIONE
Il tempo di competizione si svolgerà in un solo round di tre minuti,il secondo round verrà disputato solo in caso di parità di punti e di falli.

SISTEMA COMPETIZIONE
La competizione dovrà essere tenuta con i partecipanti divisi in gruppi di età.

CATEGORIE ED ETA’ REGOLAMENTO NAZIONALE
Categoria da 6 a 8 anni
Categoria da 9 a 11 anni
Categoria da 12 a 14 anni
Categoria da 15 a 17 anni
Categoria da 18 anni in su.

CATEGORIE PREVISTE
Il regolamento Nazionale Bastone Siciliano prevede la categoria femminile.

MOTIVAZIONE DI SQUALIFICA
Il presidente, o chi ne fa le veci,di ogni società sportiva partecipante garantirà sull’età degli atleti minorenni, pena la squalifica della società sportiva.

COMPORTAMENTO

ATLETI: Quando gli atleti non gareggiano dovranno rimanere oltre i margini indicati dagli organizzatori e tenere un comportamento corretto e dignitoso.

Gli atleti non devono avvicinarsi allo spazio di gara, ai tavoli della giuria e in caso di contestazione non autorizzata, pena la squalifica.

E’ vietato portare qualsiasi oggetto metallico o estraneo al regolamento di sicurezza.

L’atleta deve avere le unghie dei piedi e delle mani tagliate corte, non sono ammessi occhiali, lenti a contatto, sono ammesse solo sotto la propria responsabilità e comunque approvate dal medico responsabile del torneo e notificate alla presidenza.

Nessun atleta o istruttore o membro nazionale potra contestare apertamente il suo dissenso durante lo svolgimento della gara.L’inosservanza a questa regola è punibile con l’espulsione dal torneo per gli atleti e la squalifica della società partecipante

Gli atleti impegnati nelle gare di forme dovranno presentarsi un’ora prima dell’inizio del torneo, devono aver compiuto il 6° anno di età ed essere in possesso di certificato medico agonistico.

Gli atleti impegnati nella gara di combattimenti dovranno dimostrare di saper eseguire almeno una forma base.

I responsabili dovranno radunare i partecipanti 15 minuti prima del’inizio del loro turno in prossimità della pedana di gara.

L’atleta dovrà presentarsi sulla pedana dopo che sarà annunciato il suo nome,al terzo richiamo sarà dichiarato rinunciatario.


REGOLAMENTO
COMITATO NAZIONALE A.S.A.M.I.R.

A cura di :Orazio Barbagallo responsabile nazionale Bastone Siciliano: Attività, promozione e sviluppo.

REGOLAMENTO DI COMBATTIMENTO
Area di combattimento
1)L’area di combattimento può variare da un minimo di metri 6 X 6 ad un massimo di 8 X 8 .

2) La striscia esterna di protezione deve essere più e non meno di metri 1,50 a partire dalla pedana,è comunque facoltativa per le gare o campionati provinciali e regionali, obligatoria per le NAZIONALI.

DIMENSIONI DELL’AREA DI COMBATTIMENTO
bastone siciliano

COMBATIMENTO E FORME

QUADRATO DI GARA
Il quadrato di gara deve essere di metri 8 X 8 diviso in quattro parti da due linee rette e segnato da un nastro adesivo di colore diverso dalla pedana.

SISTEMA DI COMPETIZIONE
La competizione dovrà essere tenuta con i partecipanti divisi in gruppi d’età per il combattimento e in un’unica categoria per le forme.
Il regolamento prevede la categoria femminile.

CATEGORIE REGOLAMENTO NAZIONALE
1a) Categoria da 6 a 8 anni
2a) Categoria da 9 a 11 anni
3a) Categoria da 12 a 14 anni
4a) Categoria da 15 a 17 anni
5a) Categoria da 18 anni in su.

PROTEZIONE OBLIGATORIA
Guantoni in pelle dita staccate.
Casco con schermo grigliato.
Corpetto.
Conchiglia
Para tibie
Scarpe tipo Wushu 2


REGOLAMENTO DI SICUREZZA
E’ vietato portare qualsiasi ogetto metallico o estraneo al bastone da competizione,durante le gare non e ammesso portare oggetti personali ( catenine,bracciali,anelli,orecchini e cinture con chiusure metalliche ) È sottinteso che è proibito indossare divise con chiusure lampo metalliche o di plastica.

NORME GENERALI
Le norme generali di comportamento,le regole statuarie, i principi morali sono da considerarsi come regole principali e sono da valutarsi in riferimento alle leggi vigenti stabilite dal comitato Nazionale A.S.A.M.I.R.viste e approvate in sede ufficiale.

COMPONENTI DI GIURIA
La giuria sarà composta da tecnici di età superiore ad anni 25 ed un numero dispari non inferiore a tre o superiore a nove.La giuria dovrà essere sistemata lateralmente alla pedana di gara,ad una distanza minima di metri tre,ogni giudice disporrà di palette numerate ( dal N° 3 al N° 9 ).

METODI DI GIUDIZIO
1) Completezza della forma.
2) Valutazione tecnica e comportamento.
3) Potenza di esecuzione e stabilità.
4) Padronanza nei movimenti.

Dovendo giudicare la compattezza della forma,il giudice dovrà attenersi ai seguenti punti:

A) L’esecuzione della forma, rispecchia nella sua completezza un’arte marziale?
B) L’atleta è consapevole della forma che sta eseguendo?
C) Distingue correttamente una parata da un attacco?
D) La stabilità nei movimenti,la potenza negli attacchi, l’armonia e la fluidità e ben equilibrata?

Ponderando attentamente tali valutazioni, si dovrà decidere nel seguente modo:

1) L’esecuzione più tecnica è da tenere in prima posizione.
2) Le tecniche precedute dallo sguardo sono da tenere in prima posizione.
3) La velocità, l’equilibrio, la sicurezza, sono da tenere in prima posizione.

METODI DI GIUDIZIO NEL COMBATTIMENTO

METODI DI ATTACCO
Sono valide le tecniche di qualsiasi dei quatro stili di Bastone Siciliano.
Sono valide tecniche di pugni,calci,spazzatee proiezioni.

PUNTI PROIBITI
E’ proibito attaccare nuca,schiena,giunturee il basso ventre.

PUNTI VALIDI
Tecniche da 1 punto
1 punto: colpo di bastone alle braccia o alle mani
1 punto: colpo di bastone pugno o calcio al fianco
1 punto: colpo di bastone pugno o calcio alla coscia
1 punto: colpo di bastone pugno o calcio agli stinchi

Tecniche da 2 punti
2 punti: colpo di bastone alla faccia ( se presa di striscio )
2 punti: colpo di bastone alla testa ( se presa di striscio )
2 punti: colpo di bastone al petto ( se preso di striscio )
2 punti: calcio al petto
2 punti: calcio al viso o testa

Tecniche da 3 punti
3 punti: calcio volante al viso o testa
3 punti: spazzata con atterramento (se l’avversario rimane in piedi 1 punto cacio agli stinchi o polpacci )
3 punti: proiezione
3 punti: avversario sotto attacco esce dalla pedana
3


IL BASTONE
1 Deve essere di gomma dura ma flessibile all’interno e morbida all’esterno per il combattimento a pieno contatto.
2 Deve essere di legno leggero all’interno e gomma morbida all’esterno per il combattimento a contatto leggero.
3 Deve essere di legno tradizionale per le forme da competizioni tradizionali .
4 Può essere di legno tradizionale o qualsiasi tipo di legno anche gommato per le forme da competizione moderne.
5 Deve sessere in qualsiasi caso o evento all’altezza dell’ascella dell’atleta.


COLPO NETTO
Si ottiene colpo netto centrando nettamente la testa ,faccia(viso) o petto.

DURATA DEL COMBATTIMENTO
Il combattimento si svolgerà in tre minuti,ossia in un round.


VITTORIA ASSOLUTA

1) L’atleta vince il round con 9 punti.
2) L’atleta vince il round con un colpo netto.
3) L’atleta vince il round per un numero inferiore di richiami uff.
4) L’atleta vince il round se il suo avversario esce dal quadrato volontariamente,rifiutando il combattimento.
5) L’atleta vince il round se il suo avversario dopo essere stato messo al tappeto da un colpo valido non
riprende il Combattimento entro dieci secondi.
6) L’atleta vince il round se il suo avversario dopo essere stato chiamato per tre volte non si presenta entro 10 sec.

ARBITRI DI GARA E I LORO COMPITI
Ci deve essere un presidente,uno o due assistenti,la squadra degli arbitri deve essere composta da un arbitro centrale, un segretario, un cronometrista,cinque arbitri di linea.

IL CAPO GIURIA:deve supervisionare,giudicare e guidare il lavoro degli arbitri,del cronometrista e dei segretari,avere il diritto di sospendere la competizione quando trova un problema che ha bisogno di essere discusso,verificare i punti dati dagli arbitri di linea e decidere e firmare sui risultati della gara.

L’ARBITRO CENTRALE:deve esaminare le protezioni dei partecipanti, controllare i combattimenti con comandi e gesti,giudicare i falli e altri eventi sul quadrato di combattimento, annunciare il risultato di ogni round, annunciare il risultato finale.

GLI ARBITRI AGLI ANGOLI:devono segnare i falli commessi da ogni partecipante, seguendo i segnali dell’arbitro centrale e segnalare punti o falli non visti.

DIVISE ARBITRI E GIURIA
Tutte le societa sportive devono presentarsi con la stessa divisa.

ARBITRI E PRESIDENTE
Il presidente deve essere responsabile dell’apprendimento da parte degli arbitri di gara,delle regole sulla competizione,così come dei metodi di giudizio.


REGOLAMENTO BASTONE SICILIANO


1) Gli arbitri daranno il giudizio esclusivamente secondo il regolamento di combattimento.

2) L’arbitraggio è organizzato su un arbitro centrale e quatro angolari.

3) L’arbitro sul quadrato ha tutta l’autorità per controllare il combattimento, aggiudica le tecniche valide segnalando con gesti o verbalmente, da il giudizio e dichiara il vincitore.

4) Se tre arbitri riconoscono una tecnica di colpo netto valida, è colpo netto.

5) Se un arbitro dà una tecnica di colpo netto valida e gli altri quatro si astengono, è colpo netto.

6) Se un arbitro chiede giudizio agli altri questi non possono esimersi dal darlo.
4



L’ARBITRAGGIO DEVE ESSERE EFFETTUATO COME SEGUE

1) L’arbitro centrale attende che i contendendi abbiano effettuato il saluto,si dispongano agli angoli opposti l’uno
all’altro e siano pronti, quindi da inizio al combattimento pronunciando incrocio, i bastoni si possono incrociare
bassi, medi o alti. ( e sottinteso che è da stabilire il modo )

2) Se un arbitro rileva un fallo si ferma il combattimento, si fa consiglio e si dichiara l’esistenza o no del fallo.

3) Se il fallo è chiaro e palese non occorre il consiglio.

4) Se durante l’incrocio uno dei contendenti si lascia sfuggire il bastone è dichiarato perdente.

5) Se un atleta perde il bastone durante il maneggio e l’altro non attacca immediatamente e conclude,il combattimento deve essere interrotto e deve essere ripreso dalla posizione in cui erano prima dell’accaduto.

6) Se i due contendenti si fermano a lungo in posizione di difesa senza manifestare la volontà di attaccare,l’arbitro centrale li deve ammonire ed incitare il combattimento.

7) L’arbitro centrale quando è finito il tempo ferma il combattimento e chiama i contendenti al centro del quadrato.

8) Se l’arbitro centrale giudica l’incontro pari, proclamerà la parità e darà inizio al round di spareggio.

9) Quando l’arbitro centrale ritiene di doversi consultare con gli arbitri di sostegno ferma il combattimento,comunica la riunione chiudendo il pugno e alzando il braccio.A tale gesto tutti gli arbitri si riuniranno fuori dalla pedana, si consiglieranno e andranno al proprio posto,l’arbitro centrale tornando al centro della pedana, alzerà la mano con il palmo aperto, al che gli arbitri angolari alzeranno una delle loro palette colorate esprimendo il loro giudizio

USO DELLE PALETTE O BANDIERINE COLORATE

1) Quando si vuole indicare che una tecnica non è ritenuta valida si portano le braccia in alto con le palette e si incrociano ripetutamente.

2) Quando si segnala una tecnica valida che l’arbitro centrale non ha visto si porta il braccio ( corrispondente alla bandierina o alla paletta del colore corrispondente al combattente che ha portato la tecnica ) in alto a quarantacinque gradi.

3) Quando i giudici angolari vogliono fermare il combattimento devono alzare le bandierine ben in alto, senza incrociarle.

4) Quando l’arbitro vede l’uscita di un concorrente alza la paletta del colore corrispondente all’atleta dichiarando fallo.

5) Quando l’arbitro centrale vuole separare i due condendenti pronuncia ad alta voce STOP,quindi batte la punta del proprio bastone sulla pedana.

NOTA:L’arbitro angolare può dire stop in caso di pericolo per uno dei contendenti.


BASTONE SICILIANO
Lungo - Medio - Corto
A.S.A.M.I.R.
HOME
CHI SIAMO
BASTONE SICILIANO
STORIA SICILIANA
EVENTI
FOTO
LINKS
VIDEO
RASS. STAMPA